area riservata 
domenica 25 novembre 2018

 

Notizie

cerca per parola chiave


<< torna alle news

Ai blocchi di partenza

“Ai blocchi di partenza” gli scrittori candidati all’edizione 2014 dell’Asti d’Appello che ri-mette in gioco coloro che sono arrivati a un passo “dall’oro” nelle principali competizioni letterarie italiane.

Dal PREMIO STREGA Francesco Pecoraro con La vita in tempo di pace, (Ponte alle Grazie); dal PREMIO CORTINA D’AMPEZZO, Luciana Capretti con Tevere (Marsilio) e Marco Polillo con Il convento sull'isola (Rizzoli); dal PREMIO VIAREGGIO Michele Mari con Roderick Duddle e Antonio Pascale con Le attenuanti sentimentali, (ambedue pubblicati da Einaudi). Dal PREMIO VIA PO - Piero e Camilla Peradotto Non so niente di te di Paola Mastrocola (Einaudi) e Il corpo umano di Paolo Giordano (Mondadori), dal PREMIO COMISSO Storia di un magnate americano di Hansi Tuzzi (Skira) e infine dal PREMIO SCEBARNENCO, L’enigma di Leonardo di Claudio Paglieri (Piemme).
A decretare il vincitore sarà la somma dei voti della Giuria Popolare che si esprimerà entro il 22 novembre e da quella “togata” formata da Mario Barbuto, Francesco Donato, Carlo Federico Grosso, Cristina Maccagno Benessia, Marcello Maddalena, Carlo Nordio, Paolo Rampini, Luciano Violante e Giorgio Vitari che si esprimerà nella cerimonia conclusiva il 30 novembre dalle ore 17.
La Giuria Popolare è formata da una Giuria Giovane di alunni provenienti da 5 istituti superiori (Liceo Classico, Liceo Scientifico, Liceo Artistico, Istituto Monti e Istituto Giobert), da un Gruppo di Lettura della Casa Circondariale di Quarto d’Asti e dai soci dell’Associazione Premio Letterario Asti d’Appello che vede come presidente ad honorem il celebre chansonier Paolo Conte.
Come ormai la tradizione del Premio Asti d’Appello vuole, a chiudere la cerimonia conclusiva dell’edizione 2014 sarà un personaggio del mondo musicale.
A chiudere la kermesse al Teatro Alfieri di Asti sarà il celebre maestro Nicola Piovani che, in occasione del Premio letterario astigiano, terrà una leçon concert che vedrà l’intreccio della sua musica e di parole tratte dal suo libro La musica è pericolosa edito quest’anno da Rizzoli nella collana Saggi italiani.
A condurre la serata il giornalista e scrittore Massimo Cotto, assessore alla Cultura del Comune di Asti.

Gli scrittori incontreranno i lettori per due chiacchiere informali e per la “firma-libro” dalle ore 15,30 presso la Sala Pastrone del teatro stesso.

Il Premio Asti d’Appello si avvale della preziosa collaborazione di Alberto Sinigaglia, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte.
Si ricorda, inoltre, che l’entrata al Teatro Alfieri in occasione della cerimonia conclusiva del Premio è libera, fino ad esaurimento posti e con la prelazione dei soci dell’Associazione Asti d’Appello e dei ragazzi della Giuria Giovane.

 
Associazione Premio Letterario Asti d'Appello - C.F. 92056200055 - IBAN IT35Z0608510300000000033210