HOMEPAGE
MOSTRA MENU'
HOME PAGE
REGOLAMENTO
I VINCITORI
IL PREMIO
LA GIURIA
L'ASSOCIAZIONE
NOTIZIE
IMMAGINI
PREMIO ASTI D'APPELLO JUNIOR
CONTATTI
SPONSOR
HOME PAGE
REGOLAMENTO
I VINCITORI
IL PREMIO
LA GIURIA
L'ASSOCIAZIONE
NOTIZIE
IMMAGINI
PREMIO ASTI D'APPELLO JUNIOR
CONTATTI
SPONSOR
26-05-2022
La musica del silenzio di Luca Cognolato e Silvia Del Francia vince il Premio Asti d'appello Jr.
28-04-2022
Due eventi dedicati a Joyce
04-04-2022
Domenica 10 aprile alla Biblioteca Astense l’Associazione Premio Asti d’Appello organizza la conferenza Il dramma dell’Ucraina tra guerra e geopolitica
08-03-2022
Pianura di Marco Belpoliti è il secondo libro selezionato per il Premio Asti d'Appello 2022
13-01-2022
Selezionato il primo volume in concorso per la XIV edizione del Premio d'Appello: Il codice della vendetta di Pasquale Ruju
16-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: PAOLO MILONE
16-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: FRANCESCO ABATE
10-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: PAOLO DI STEFANO
07-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: PAOLO MALAGUTI
06-12-2021
Aperte le iscrizioni al Premio Asti d'Appello 2022
04-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: ANTONIO FRANCHINI
01-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: DONATELLA DI PIETRANTONIO
30-11-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: MARINA MARAZZA
29-11-2021
A Marina Marazza il Premio Asti d'Appello 2021
19-11-2021
Domenica 28 novembre al Teatro Alfieri la cerimonia finale del Premio Asti d'Appello 2021
11-11-2021
Domenica 28 novembre finale Premio Asti d'Appello
11-11-2021
Sabato 13 novembre incontro con Giovanni Grasso
03-11-2021
Incontro con Sandro Cappelletto e Alberto Sinigaglia
18-10-2021
Premio Asti d'Appello Junior
09-10-2021
Incontro con l'artista Ugo Nespolo il 14 ottobre a Palazzo Mazzetti
04-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: ANTONIO FRANCHINI

Ernest Hemingway, che piove su questo libro con rimbalzi regolari, diceva che scrivere è la cosa più facile del mondo, basta sedersi alla macchina da scrivere e cominciare a sanguinare. Hemingway si riferiva alla necessità di essere veri, genuini, di raccontare solo ciò che era essenziale alla vita e alla scrittura, ma in qualche modo possiamo dire che tutti i personaggi de Il vecchio lottatore sanguinano da qualche parte, più o meno copiosamente.
Si assomigliano tutti, nelle loro inconciliabili diversità. Sembrano sempre sul punto di dire qualcosa, ma raramente la dicono. Parlano poco, il necessario per trattenere le forze. Non sono sicuri di distinguere una minaccia da una fantasia. Sono quelli su cui il tempo ha disegnato una mezzaluna che sembra un sorriso e invece è una lama affilata su cui è pericoloso camminare. Sono quelli che tornano da un viaggio e raccontano quello che hanno mangiato prima ancora delle avventure che hanno vissuto. Sono lottatori più per volontà che per talento, come il micidiale Aurelio Silva, che chiude e racchiude il senso dei racconti.
Non sono, in senso stretto, i beautiful losers alla Leonard Cohen tanto cari alla mitologia dei perdenti. Non hanno conosciuto sconfitte e lacerazioni, traumi o precipizi. Semplicemente, non hanno mai avuto gioie piene perché a volte tra un’imprevedibile vittoria e un’inattesa sconfitta passava nemmeno mezz’ora. Diciamo che sono tutti in cerca di un assestamento, una correzione di rotta che li tenga lontani dall’abbandono, qualcosa che unisca le antiche ambizioni della giovinezza alla consapevolezza del tempo che fugge. Ecco, questi vecchi lottatori non vogliono rivoluzioni o trionfi, solo correggere il tiro e fa sorridere pensare che nascano dalla penna di uno che prima che scrittore, è editor abituato a correggere il tiro e i testi degli altri.
Alla fine, non ci sono risposte, perché la vita è come la letteratura: ti regala un sacco di domande e poche certezze. Non sapremo mai che perché il leopardo delle Nevi del Kilimangiaro si sia avventurato a quasi 6.000 metri di altitudine, non sapremo mai cosa aspettarci dalla vita di questi lottatori se non un nuovo combattimento.
(Massimo Cotto)
stampa
26-05-2022
La musica del silenzio di Luca Cognolato e Silvia Del Francia vince il Premio Asti d'appello Jr.
28-04-2022
Due eventi dedicati a Joyce
04-04-2022
Domenica 10 aprile alla Biblioteca Astense l’Associazione Premio Asti d’Appello organizza la conferenza Il dramma dell’Ucraina tra guerra e geopolitica
08-03-2022
Pianura di Marco Belpoliti è il secondo libro selezionato per il Premio Asti d'Appello 2022
13-01-2022
Selezionato il primo volume in concorso per la XIV edizione del Premio d'Appello: Il codice della vendetta di Pasquale Ruju
16-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: PAOLO MILONE
16-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: FRANCESCO ABATE
10-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: PAOLO DI STEFANO
07-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: PAOLO MALAGUTI
06-12-2021
Aperte le iscrizioni al Premio Asti d'Appello 2022
04-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: ANTONIO FRANCHINI
01-12-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: DONATELLA DI PIETRANTONIO
30-11-2021
Le recensioni di Massimo Cotto: MARINA MARAZZA
29-11-2021
A Marina Marazza il Premio Asti d'Appello 2021
19-11-2021
Domenica 28 novembre al Teatro Alfieri la cerimonia finale del Premio Asti d'Appello 2021
11-11-2021
Domenica 28 novembre finale Premio Asti d'Appello
11-11-2021
Sabato 13 novembre incontro con Giovanni Grasso
03-11-2021
Incontro con Sandro Cappelletto e Alberto Sinigaglia
18-10-2021
Premio Asti d'Appello Junior
09-10-2021
Incontro con l'artista Ugo Nespolo il 14 ottobre a Palazzo Mazzetti