area riservata 

 

Premiazione Premio Asti d'Appello (26 novembre 2017)

A Wlodek Goldkorn il Premio Asti d'Appello 2017

Il Premio Asti d'Appello 2017 è andato a “Il bambino nella neve” di Wlodek Goldkorn, edito da Feltrinelli e proveniente dal Premio Bagutta.
Questa la motivazione della giuria: "Per aver proiettato con rara e preziosa efficacia il ricordo infantile del dramma familiare, nella continuità delle tragedie di esclusione, persecuzione e morte che dal ventesimo secolo ancora si perpetuano". All'autore è andato un assegno da 10 mila euro.
Il premio speciale della giuria popolare, novità di questa edizione, è andato a “Lo spregio” di Alessandro Zaccuri (Marsilio), dal Premio Bergamo, che ha ricevuto da Cesare Verona, presidente e amministratore delegato di Aurora, un’esclusiva penna stilografica Hastil. Una penna Aurora è andata anche a tutti gli altri scrittori in gara.
La cerimonia, tenutasi al Teatro Alfieri di Asti e condotta da Chiara Buratti, si è chiusa con il concerto “Fra due pianoforti: rimbalzi fra classica e improvvisazione” con i pianisti Ramberto Ciammarughi e Marco Scolastra, accolto da lunghi applausi del numeroso pubblico che ha richiamato sul palco i musicisti per un bis.


(foto Franco Rabino)



PREMIO ASTI D'APPELLO

Il premio Asti d'Appello nasce, anzi rinasce ad Asti a cura della Biblioteca Astense e della Associazione Premio Asti d'Appello grazie al sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.

Recupera dopo molti anni un nome e un'idea originale degli anni '60: rimettere in gioco i romanzi giunti secondi e terzi nei maggiori premi letterari nazionali e offrir loro una seconda chance, una sentenza d'appello. Il premio, presieduto dallo scrittore e pittore Leonida Repaci, ebbe soltanto tre edizioni, dal 1966 al 1968, ma ebbe il merito di premiare esclusi di vaglio quali Anna Banti per Noi credevamo e Italo Calvino per Le cosmicomiche.

Poi venne abbandonato sull'onda delle contestazioni del '68. Ora la sollecitazione a riprendere l'iniziativa viene niente di meno che da Paolo Conte, l'avvocato e chansonnier astigiano, presidente onorario del premio.



Notizie

cerca per parola chiave


Sabato 17 marzo presentazione del libro di Alberto Sinigaglia “Il pappagallo e il Doge”

Sabato 17 marzo alle ore 18 nella Sala Colonne della Biblioteca Astense Giorgio Faletti, in via Goltieri 3a, l’Associazione Premio Letterario Asti d’A [...]


COMUNICAZIONE AI MEMBRI DELLA ASSOCIAZIONE PREMIO LETTERARIO ASTI D’APPELLO
Convocazione assemblea annuale e OdG

L’assemblea per l’approvazione del conto consuntivo 2017 e del bilancio preventivo 2018 è fissata per il giorno 17 marzo 2018 alle ore 14 in [...]


Selezionato il primo romanzo per l’edizione 2018 del Premio Asti d’Appello

È L’uomo di casa di Romano De Marco (Piemme, 2017), finalista al Premio Scerbanenco, il primo romanzo selezionato per partecipare alla decima edizion [...]


RIPARTE IL PREMIO ASTI D’APPELLO

Dopo il successo dell’ultima edizione, che ha decretato la vittoria di Wlodek Goldkorn con Il bambino nella neve e ha riconosciuto il premio speciale [...]


regione piemote fondazione cr asti

 

 
Associazione Premio Letterario Asti d'Appello - C.F. 92056200055 - IBAN IT35Z0608510300000000033210